“I magistrati italiani salutano commossi Andrea Camilleri, intellettuale fine ed appassionato. Ne ricordano l’impegno civile e l’appassionata dedizione ai valori repubblicani. Restano vive nella nostra memoria – spiega la Giunta Esecutiva Centrale dell’Associazione Nazionale Magistrati- le parole con cui ha saputo cogliere il senso dell’impegno e sacrificio estremo dei magistrati : ‘…Perché bisogna essere matti come Falcone, Borsellino, Livatino, Chinnici e tanti altri eroi civili, per sacrificare la propria vita in nome della legalità. In questo i Giudici sono diversi, per combattere la mafia hanno il coraggio di rischiare la vita. Spero che mi facciano giudice ad honorem, per condividere ed onorare questa diversità dei Giudici “.