Vivono di te,vivono per te. Il loro amore incondizionato non ha eguali tra gli umani. E quando gli anni passano e spesso si rimane soli loro sono lì accanto a te. Loro, non ti lascerebbero mai. Comprendono la tua solitudine e fanno di tutto per non farti sentire abbandonato. I cani come i gatti hanno fiuto e sensibilità da vendere, sono unici. Allora per molti di noi questi straordinari esseri a quattro zampe diventano la nostra ragione di vita. Ricambiamo il loro amore coccolandoli, viziandoli senza ritegno, nutrendoli al meglio, curandoli quando stanno male con l’apprensione che solo un padre o una madre hanno nei confronti di un figlio febbricitante. E alla fine della giornata ci si ritrova felici e appiccicati sul divano davanti la tv. Ma se la vita ci abbandona? Se loro sopravvivono alla nostra esistenza terrena chi potrà lenire quel lancinante,improvviso e inaspettato dolore che provano quando non sentono più il nostro odore? E sopratutto dove passeranno il resto della loro vita? Queste domande hanno spinto Daniela Salvi etologa ad offrire un rifugio ai cani anziani in lutto. Un hospice dove trovare ancora amore e non farsi morire come spesso succede in un freddo canile. Un bel casale a ridosso del lago di Bracciano a pochi chilometri da Roma con un giardino di un ettaro recintato a disposizione degli ospiti. Nei pressi della singolare casa-famiglia, anche un’attrezzata clinica veterinaria.

Baffi d’argento”, questo è il nome della struttura aperta agli inizi di settembre, unica in Europa, che ospita attualmente tre cani a altri tre sono in arrivo. La retta è di 150 euro, ma non ci sono problemi per chi non può permetterselo. “Prendiamo tutti – assicura Daniela- pagherà chi viene dopo.”

Chi volesse sostenere questa bella e meritoria iniziativa per la tutela dei cani rimasti senza padrone può consultare il sito baffidargento.org