Con 453.473 pattuglie di vigilanza stradale, la Polizia Stradale ha accertato 1.878.255 infrazioni al codice della strada. Ritirate 42.662 patenti di guida e 50.905 carte di circolazione; 2.291.527 i punti complessivamente decurtati, ma si registra un calo delle vittime dovute ad incidenti stradali.
Le rilevazioni effettuate da Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri al 16 dicembre 2018, ha fatto registrare rispetto al 2017 un lieve aumento nel numero complessivo degli incidenti (71.880, +1,2%) ed un calo di quello delle persone ferite (47.104, -0,6%), dall’altro ha espresso un’inversione di tendenza relativamente all’incidentalità con conseguenze mortali, con un deciso decremento dei sinistri del 4,2% (1.439, meno 63) e una più modesta diminuzione delle vittime dell’1,2% (tra i 1.618 deceduti – 20 in meno del 2017 – sono comprese le 43 vittime del crollo del ponte Morandi a Genova).
L’utilizzo del Tutor, articolato su 39 siti, ha consentito di accertare, dal 27 luglio 2017 al 30 novembre 2018, 45.389 violazioni dei limiti di velocità.
Per quanto riguarda i controlli sulle condizioni psicofisiche dei conducenti di veicoli, con l’impiego congiunto della Polizia Stradale e dei medici e personale sanitario della Polizia di Stato, per l’accertamento dell’assunzione di alcool e di sostanze stupefacenti sono stati attivati complessivamente – al 18 novembre 2018 – 832 posti di controllo, con l’impiego di 4.869 operatori della Polizia Stradale e 1.278 tra medici e personale sanitario della Polizia di Stato.
I conducenti controllati sono stati 34.362, il 6,5% dei quali (pari a 2.229) è risultato positivo all’alcol con un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l, mentre l’1,6% (pari a 537 conducenti) è risultato positivo ad una o più sostanze stupefacenti nel corso dei test su strada. Per tali soggetti oltre al ritiro cautelare della patente, si è proceduto al prelievo su strada di campioni salivari, inviati a Roma presso il Centro di Tossicologia Forense della Polizia di Stato per le analisi di laboratorio. Queste ultime hanno confermato la positività ad almeno una sostanza psicoattiva di 386 conducenti, pari al 71,9% di quelli (537) risultati positivi al test di screening su strada, ed al 1,1% dei conducenti complessivamente controllati.
Per prevenire le “Stragi del Sabato sera” dall’inizio dell’anno al 9 dicembre scorso, nelle notti dei fine settimana (dalle ore 00,00 alle 06,00 di sabato e domenica), Polizia Stradale ed Arma dei Carabinieri hanno impiegato nei posti di controllo 158.111 pattuglie, rilevando 2.696 incidenti (59 in meno rispetto al 2017) che hanno causato 109 vittime (9 in meno dello scorso anno). I giovani controllati con etilometri e precursori sono stati 207.862 (-10,6%), il 5,2% dei quali (pari a 10.763, di cui 9.187 uomini e 1.576 donne) è risultato positivo al test di verifica del tasso alcolemico (nel 2017 la percentuale era del 5,1%). Le persone denunciate per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti sono state, invece, 375. I veicoli sequestrati per la confisca 547.
Infine sono stati fermati 96.870 veicoli per un uso scorretto dei telefoni cellulari alla guida.